PORTE

La porta moderna, a differenza di quella antica, viene incernierata su un telaio fisso che si può considerare come un elemento sostanziale della porta stessa. A sua volta il telaio fisso viene assicurato ad una struttura denominata falso telaio, costituita di legno di conifera che viene montata nello spessore del muro lungo tutto il vano predisposto per accogliere la porta. Quella che comunemente viene denominata porta è in realtà denominata anta: essa può essere fabbricata in legno con soluzioni diversificate. A guarnire le interruzioni tra il telaio fisso, il falso telaio ed il muro vengono apposti degli elementi longitudinali denominati copri fili che creano una sorta di cornice all’anta. Alla funzionalità definitiva della porta stessa concorrono anche tutti quegli elementi, generalmente non in legno, denominati accessori: essi sono ad esempio la maniglia, la serratura, le guarnizioni, le cerniere ed i cristalli appositamente progettati e realizzati.

GALLERIA FOTOGRAFICA 2012

LA PORTA E L' AMBIENTE

Da quando si è raggiunto un equilibrio tra la funzione (qualità anticamente dominante) e la forma (qualità che è divenuta pressoché fondamentale a partire dal ‘700), la porta da interni consente di essere scelta sia in base alle caratteristiche richieste al prodotto che come oggetto di vero e proprio arredo degli ambienti. A questo proposito, oltre ai numerosi stili in cui la porta viene realizzata, va considerata anche l’essenza utilizzata per costruirla o comunque per darle il suo aspetto esteriore. La porta può così venire abbinata all’ambiente che la ospita sia per le caratteristiche del legno sia per lo stile sposato dal progettista; un ambiente rustico, ove siano presenti materiali naturali ad esempio, richiede certamente un prodotto di forma tradizionale, preferibilmente costruito in essenze tipiche del territorio. Un ambiente in stile classico invece può sposarsi altrettanto bene sia con una porta di eleganza tradizionale che con una porta di stile moderno ma essenziale. Una casa con le pareti dipinte con tonalità scure farà risaltare meglio una porta in essenza chiara o laccata, viceversa delle pareti chiare esalteranno maggiormente i naturali pregi della venatura del legno. Nel caso della presenza di un pavimento in parquet, nell’impossibilità di avere la stessa essenza sia per le porte che per il pavimento, sarà bene optare per un contrasto abbastanza netto piuttosto che orientarsi su legni vagamente somiglianti. La scelta della porta insomma, va fatta basandosi su tutti quei criteri, oggettivi e soggettivi, che normalmente si adottano per scegliere un qualsiasi elemento di arredo dell’abitazione. Nei negozi specializzati viene frequentemente offerta ai clienti una consulenza gratuita e qualificata da parte di personale specializzato .

CARATTERISTICHE TECNICHE

APPLICAZIONI

TIPOLOGIE

MATERIALI FINITURE

 

FUMEC di Ruggiero Fumarulo
Via Trani, 306 - 70051 Barletta (Ba) Italy - P.IVA 03156600722
Tel. 0883.334134 Fax 0883.337682 - Email :
info@fumec.it